Apri la locandina






Non solo CACCIA …….. una passione che coinvolge questa società  trasmettendo a tutti coloro che ne vengono a contatto, l’amore per la natura.

Il concetto che traspare dagli uomini della “Casetta di Lissone” è semplice ma nello stesso tempo molto profondo, insito nelle loro anime: l’idea che il cacciatore è prima di tutto un CITTADINO della Comunità, a cui vuole partecipare attivamente, promuovendo eventi e manifestazioni dove partecipano sempre migliaia  di persone

 “ ..noi cittadini cacciatori siamo sempre in prima linea nello svolgere qualsiasi attività al servizio del territorio e della società civile che ci circonda……”   (Presidente della Società)

Ogni anno la Società Cacciatori Lissone organizza giornate straordinarie , dove vengono coinvolte le scuole : bambini e ragazzi  con entusiasmo sono inseriti in un contesto di flora e fauna , lontani dal grigiore delle nostre città , almeno per un giorno.

“ G. B. Quadrone ( 1844-1898 ) Ritorno dalla caccia “




  Quante Squallide Figure attraversano il paese - di Luigi Monguzzi -
 


Importante: Sezione Documenti 


Un doveroso ricordo 

Il Presidente ci ha lasciati

Gabriele Monti, 85 anni di cui 70 in F.I.D.C. è stato lo storico Presidente dei cacciatori Lissonesi e si è spento nell'ultima settimana di Agosto.

Ha vissuto nella sua Lissone , in una Brianza dove ormai il verde delle campagne ha dovuto lasciare spazio al cemento ed all'asfalto , sempre pronto ad organizzare eventi che tenessero insieme "i suoi" (come gli piaceva ricordare) Cacciatori.

Per un trentennio Presidente dei cacciatori di Lissone , ha vissuto i tempi di una caccia "eroica" quando erano presidenti Provinciali il grande Arturo Fabbri e Adelio Ponce de Leon , gente che raccontava le mille vicende di uno sport destinato a rimanere nella letteratura; altri tempi, altri giorni, altre situazioni vissute da Gabriele con grande spirito di servizio al mondo della caccia.

Grande conoscitore della materia , ne conosceva tutti i modi di praticarla, la caccia col segugio , di cui è anche stato presidente , la caccia col cane da ferma o al capanno oppure il trascorrere le domeniche al quagliodromo con gli amici : il tutto con grande spirito cercando di tener uniti tutti i cacciatori.

Resterà nella memoria ricordato con stima ed affetto dai cacciatori oggi e nei giorni a venire , nella sua Lissone, nella Brianza un tempo verde e nella grande Milano.

Ciao Gabriele